I Migliori Punti Panoramici di Firenze

In questa breve guida, vi elencherò i migliori punti panoramici di Firenze, dai quali ammirare la città dall’alto in tutta la sua infinita bellezza.

Da appassionato di fotografia, quando visito una città, vado sempre alla ricerca dei posti che offrono le vedute migliori, e da questo punto di vista, il capoluogo toscano non delude di certo.

david di michelangelo a firenze

Come vedremo, i luoghi che riservano interessanti panorami di Firenze dall’alto sono numerosi e perlopiù facilmente accessibili, spesso gratuiti, alcuni nel pieno del centro storico ed altri in posizione più defilata.

Nella mappa qui sotto ho indicato la posizione dei punti panoramici di Firenze menzionati più avanti nell’articolo; regolate lo zoom se non riuscite a visualizzarli tutti.

Per spostarvi da una sezione all’altra dell’articolo, potete utilizzare l’indice dei contenuti qui sotto.

Terrazza di Piazzale Michelangelo

Piazzale Michelangelo è sicuramente il luogo che offre in assoluto i migliori panorami di Firenze dall’alto, nonché il più conosciuto ed affollato.

Si tratta di una grande terrazza panoramica costruita su un’altura che sorge sulla sponda sinistra dell’Arno, a ridosso del centro storico. La costruzione di Piazzale Michelangelo risale alla metà dell’Ottocento, nel contesto di un profondo rinnovamento urbanistico della città.

Al centro della piazza si trova una riproduzione del David di Michelangelo e di alcune altre sculture dell’artista, realizzate in bronzo. La terrazza di Piazzale Michelangelo offre una vista panoramica di Firenze che abbraccia praticamente tutti gli edifici più conosciuti della città.

Ponte Vecchio da Piazzale Michelangelo di Firenze
Panoramica di Firenze da Piazzale Michelangelo (Ponte Vecchio)

Seguendo il corso dell’Arno, lo sguardo incontra Ponte Vecchio, la torre medievale di Palazzo Vecchio, il Duomo ed il Campanile di Giotto, alle cui spalle sbuca la cupola della basilica di San Lorenzo. Più vicino, sulla sponda opposta del fiume, potrete facilmente individuare la Basilica di Santa Croce ed il suo antico campanile.

Alle spalle dei monumenti cittadini, si staglia la sagoma delle colline che attorniano Firenze, inclusa quella sulla quale giace Fiesole.

Il Duomo di Firenze visto da Piazzale Michelangelo
Duomo di Firenze visto da Piazzale Michelangelo

Dato che la terrazza di Piazzale Michelangelo si trova molto vicino al centro storico, tutti gli edifici sono apprezzabili in tutto il proprio splendore fin nei dettagli. Al contrario dei panorami di Firenze visibili da altri punti, qui la visuale è inoltre praticamente libera, senza alberi in primo piano o costruzioni moderne che ostacolino la vista.

Vi consiglio di raggiungere Piazzale Michelangelo al tramonto e di trattenervi fino al calare della sera. La luce dorata del sole basso sull’orizzonte rende il panorama di Firenze ancora più suggestivo ed il momento in cui iniziano ad accendersi le luci della città ha un qualcosa di magico.

Trattandosi notoriamente del miglior punto dal quale fotografare Firenze dall’alto, la terrazza di Piazzale Michelangelo è sempre presa d’assalto dai fotografi. Se anche voi intendete scattare foto ed avete un’attrezzatura ingombrante, partite per tempo, così da poter piazzare il vostro treppiedi nei punti migliori (parlo per esperienza personale).

Uno dei panorami di Firenze che si possono vedere da Piazzale Michelangelo
Palazzo Vecchio, Campanile e Duomo

Potete comodamente arrivare a Piazzale Michelangelo sia a piedi che con i mezzi pubblici. Nel primo caso, partendo dal centro cittadino, potete attraversare l’Arno presso Ponte delle Grazie (in zona Santa Croce) e procedere per qualche decina di metri sul lungarno fino a Porta san Niccolò. Da qui parte una lunga scalinata che vi condurrà fino alla terrazza di Piazzale Michelangelo. La salita potrebbe risultare un po’ faticosa, soprattutto in estate, ma nulla di drammatico.

In alternativa potete raggiungere Piazzale Michelangelo in autobus: dalla stazione di Santa Maria Novella le linee 12 e 13 sono quelle che permettono di raggiungere direttamente la terrazza panoramica, ma alcune opzioni con cambi potrebbero rivelarsi più rapide. Vi consiglio di affidarvi a Google Maps per conoscere gli orari in tempo reale, ovunque vi troviate a Firenze.

Torna all’Indice↑

San Miniato al Monte

Restiamo in Oltrarno e, senza percorrere nemmeno troppa strada, giungiamo presso un altro fra i migliori punti panoramici di Firenze: la Basilica di San Miniato al Monte.

La Basilica di San Miniato al Monte
Facciata della Basilica di San Miniato

Questa bellissima chiesa, edificata tra l’XI ed il XII secolo, integra anche un’antica abbazia e rappresenta uno dei massimi capolavori del romanico fiorentino. Anche se arriverete qui solo per godere del bel panorama su Firenze dall’alto, vi consiglio vivamente di dedicare anche un po’ di tempo alla visita della chiesa.

Interessante anche la farmacia/erboristeria gestita dai monaci che presiedono l’abazia. Qui potrete acquistare oli essenziali, rimedi naturali di vario genere, squisiti dolci e qualche piccolo souvenir, tutto rigorosamente prodotto dai monaci stessi.

La veduta su Firenze è tutto sommato simile a quella offerta da Piazzale Michelangelo: vi troverete però in una posizione più elevata ed un po’ più distanti dal centro. Ciò significa che il Duomo e gli edifici storici appariranno un po’ più piccoli e con una prospettiva diversa.

Firenze vista dalla Basilica di San Miniato al Monte

Nel cimitero antistante la chiesa sono presenti monumenti funebri di pregevole fattura, alcuni dei quali appartenenti a personaggi illustri. Potrete divertirvi a fotografare Firenze ponendo in primo piano una di queste statue: una composizione non esattamente originale ma di sicuro impatto.

Per raggiungere la Basilica di San Miniato al Monte, seguite semplicemente le indicazioni che ho dato per arrivare a Piazzale Michelangelo. Da lì, la chiesa dista appena una decina di minuti a piedi.

Torna all’Indice↑

Forte Belvedere e Giardino Bardini

A breve distanza da Piazzale Michelangelo e dalla Basilica di San Miniato, sorgono altri fra i migliori punti panoramici di Firenze. Uno dei più noti è il Forte Belvedere, una struttura difensiva costruita sul finire del XVI secolo, che costituisce fra l’altro la conclusione del Corridoio Vasariano.

Essendo situato sulla sommità del colle di Boboli, il Forte Belvedere permette di ammirare un bel panorama di Firenze, seppure la vista non sia altrettanto libera da ostacoli, rispetto a quella offerta da Piazzale Michelangelo.

Il Forte Belvedere è aperto soltanto da giugno ad ottobre ed in ogni caso solo in occasione di mostre temporanee. Potete trovare maggiori informazioni sul sito ufficiale del museo.

Ai piedi di Forte Belvedere si apre il Giardino Bardini, anch’esso considerato uno dei luoghi che offrono i migliori panorami di Firenze. Questa zona costituisce un’area verde già a partire dal medioevo e fino a tempi relativamente recenti è stata una proprietà privata.

A metà dell’Ottocento, quello che era un semplice parco abbandonato all’incuria fu trasformato in uno splendido giardino all’inglese pieno di vialetti, fontane e splendide statue. Nel 1996 il sito è stato acquisito dal comune di Firenze e di lì a poco è partito il restauro che ha portato alla sua recente apertura al pubblico.

La più bella vista panoramica si può osservare dalla sommità della scala che attraversa l’intero giardino, presso la quale si trova anche un piccolo ristorante.

L’ingresso al Giardino Bardini è a pagamento: il biglietto unico che dà accesso anche al vicino Giardino di Boboli ed al Museo delle Porcellane ha un costo di 10€ (2€ per i ragazzi fino a 26 anni e gratuito per i minori di 18 anni). Per avere maggiori informazioni, vi consiglio di visitare il sito ufficiale di Villa Bardini.

Torna all’Indice↑

La Cupola di Brunelleschi

Un altro fra i più celebri punti panoramici di Firenze è senza dubbio la Cupola del Brunelleschi, che offre una vista a 360° sulla città proprio da quello che è il suo cuore pulsante, sia dal punto di vista geografico che storico.

Panorama di Firenze dalla Cupola del Brunelleschi

Dalla cupola del Duomo di Santa Maria del Fiore sono visibili praticamente tutti gli edifici più importanti della città. Un punto panoramico perfetto, che vi permetterà di ammirare la Basilica di Santa Croce, Santa Maria Novella, Palazzo Vecchio, Piazza della Repubblica e così via, per non parlare del Campanile di Giotto, tanto vicino che sembra di poterlo toccare. Ai vostri piedi avrete le più belle pagine della storia del nostro Paese!

Quando salii alla Cupola del Brunelleschi rimasi colpito (oltre che dallo splendido panorama su Firenze) dalla semplicità con la quale ebbi accesso al sito: pochissima fila, un prezzo ragionevole ed una salita, sì faticosa, ma non estenuante.

basilica di santa croce di firenze vista dalla cupola del brunelleschi

La mia visita risale però ad alcuni anni fa ed oggi le cose sono cambiate parecchio. Per cominciare, oggi non è più possibile acquistare un biglietto specifico per la Cupola. Dovrete comprare un biglietto unico dal costo di 18€, che dà anche accesso al campanile (vedi sotto), al Battistero, al Museo dell’Opera di Santa Maria del Fiore ed alla Cripta di Santa Reparata. Non una bella notizia per chi magari aveva intenzione di visitare soltanto la cupola.

Inoltre, per evitare sovraffollamenti ed a tutela della sicurezza dei visitatori, la visita alla cupola del Brunelleschi deve essere prenotata in anticipo. Sul sito ufficiale del museo potrete trovare tutte le informazioni necessarie, prenotare ed acquistare il biglietto online.

Torna all’Indice↑

Campanile di Giotto

Il Campanile di Giotto offre una veduta su Firenze molto simile a quella che potete ammirare dalla cupola del Brunelleschi. D’altro canto vi troverete a meno di cento metri di distanza e ad un’altezza simile.

Il Campanile di Giotto

Per giungere alla sommità del Campanile di Giotto e godere di uno dei più bei panorami di Firenze, dovrete percorrere ben 414 gradini, che coprono un dislivello di circa 80 metri. Purtroppo, la vista dalla sommità è fortemente condizionata dalle grate di ferro, che rendono difficile scattare foto o semplicemente contemplare la città.

Vi direi che, dato che Cupola e campanile offrono panorami simili fra loro, converrebbe limitarsi a visitare uno dei due edifici (la cupola…). D’altro canto, vista la novità del biglietto unico, l’accesso al campanile è compreso nel prezzo, il che da un altro punto di vista significa che non visitarlo sarebbe un po’ uno spreco.

Preciso che il biglietto unico ha una validità di 3 giorni e potrete quindi effettuare le due “scalate” in giornate differenti.

Torna all’Indice↑

Galleria degli Uffizi

Anche la Galleria degli Uffizi, uno fra i musei più famosi al mondo, offre una bella veduta di Firenze, o quantomeno degli interessanti scorci su parte della città.

Ponte Vecchio di Firenze visto dagli Uffizi
Panorama di Firenze visto dagli Uffizi

In particolare, il punto dal quale è visibile il panorama di Firenze si trova nell’ala meridionale del museo, e permette di osservare da un punto relativamente alto l’Arno, il Corridoio Vasariano e, soprattutto, Ponte Vecchio, che sorge poco distante.

Diciamolo: forse non varrebbe la pena pagare il biglietto di ingresso agli Uffizi solo per la vista panoramica di Firenze: i punti descritti in precedenza, in molti casi gratuiti, offrono una veduta ben più ampia. Ci sono però mille altre ragioni per entrare agli Uffizi e e do per scontato che siano uno dei primi luoghi che visiterete nel capoluogo toscano.

Dato che ci siete, insomma, non dimenticate di portare con voi la macchina fotografia e, possibilmente, organizzatevi per trovarvi all’interno del museo durante il tramonto!

Torna all’Indice↑

Il Panorama di Firenze visto da Fiesole

Lasciamo adesso il centro storico di Firenze e, addirittura, usciamo del tutto dall’area comunale. Il prossimo punto panoramico dal quale vedere Firenze che voglio descrivervi è Fiesole, cittadina che dista circa 6Km dal centro storico del capoluogo.

Fiesole è una località molto piacevole, la cui ricca storia è testimoniata dai tanti resti dell’antica città romana ben conservati. Al di là del bel panorama che offre, merita certamente una visita approfondita.

Da Fiesole, la vista su Firenze abbraccia l’intero centro storico (e non solo), offrendo una prospettiva molto diversa rispetto ai più vicini punti panoramici descritti finora.

panorama di firenze visto da fiesole

Tuttavia, Fiesole è piuttosto distante ed è posta ad una notevole altitudine; è quindi più difficile apprezzare i monumenti cittadini nei dettagli. Se volete fotografare Firenze da qui, vi consiglio di portare con voi un buon teleobiettivo e di cercare di essere sul posto al tramonto, possibilmente in una giornata in cui l’aria non sia troppo umida.

Per arrivare a Fiesole dal centro di Firenze potrete servirvi degli autobus urbani. Fino a qualche anno fa, gli autobus per Fiesole partivano da Piazza San Marco, mentre oggi, stando alle informazioni fornite dal sito dei mezzi pubblici cittadini (ataf), è possibile salire a bordo nelle immediate vicinanze di Santa Maria Novella.

Gli autobus diretti a Fiesole, quelli della linea 7, sono piuttosto frequenti ed il tempo di percorrenza si aggira intorno ai 20 minuti.

Torna all’Indice↑

Lascia un commento